Cronaca del primo StartupSaturday di Firenze 2

“Oltre ogni aspettativa”. Sono le prime parole che ci sono venute in mente durante il debriefing del primo StartupSaturday. Il lavoro organizzativo è stato intenso ed accurato, ma chi si sarebbe immaginato che da una pizza, una brioche e un taco potesse venir fuori una giornata così interessante? Tutto organizzato in un mese, nel nostro tempo libero e promosso in appena 9 giorni…non abbiamo avuto neanche il tempo di costituirci come associazione! :-)

Il merito è sicuramente degli speaker, ma vogliamo dare il merito sopratutto ai 55 partecipanti, che hanno compreso in pieno la visione che promuoviamo ed hanno animato la mattinata di sabato con i loro interventi. Merito anche degli amici di StartupBusinessCheFuturo! Startup Digest Italy che hanno favorito il tamtam in rete. Ci viene da sorridere e ci godiamo il momento, consapevoli che siamo solo all’inizio e che possiamo fare meglio.

Adesso “bando alle ciance”, come diciamo noi toscani, e veniamo alla cronaca dell’evento.

Il Dott. Manuele Vannucci ha illustrato con chiarezza le opportunità date dalla nuova Legge 122 del 2012 ed evidenziato alcune alternative alla costituzione di una società di capitali “innovativa”. Molte le domande, chiarissime le risposte.

Il turno di Tobia Caneschi di Appsfuel e Giuseppe Cataudo di Hosting Sostenibile è stato interessante. Due idee diverse, due personalità diverse, molti però i tratti comuni delle loro risposte.

Emerge la determinazione di cui si deve essere dotati per portare avanti un progetto innovativo, la necessità di affrontare molteplici difficoltà,  l’importanza del team e quanto si può imparare di noi stessi sotto condizioni di stress. Grandi ragazzi, in bocca al lupo.

Paolo Sechi, un amico, ma anche uno sviluppatore che ha deciso di vivere a Berlino. Ha raccontato cosa fanno meglio di noi da quelle parti e cosa dovremmo fare (presto) per pareggiare la situazione. Una critica costruttiva al nostro sistema, con tanti suggerimenti su quello che dobbiamo fare noi singoli per migliorarlo. Cercheremo di darti ascolto, Paolo, ma diamoci una mano, ok?

Infine il Knotworking Event. E’ saltato. Non perché non siamo stati capaci di farlo, ma perché dopo il break si è creato un Knotworking Event “spontaneo” ed abbiamo preferito lasciar scorrere il tempo in questo modo, buttandoci nella mischia anche noi :-)

Che dire, siamo contenti. Grazie a tutti.

Ci vediamo il prossimo Saturday!

 

2 thoughts on “Cronaca del primo StartupSaturday di Firenze

  1. Riccardo Coppola Mar 3, 2013 22:20

    Grandi grandi grandi… mi congratulo con noi!!

  2. Luca Nov 3, 2013 12:23

    Ciao a tutti e complimentoni! Sono disponibili le slide dell’intervento del Dott. Vannucci? Se sì, dove?

Leave a Reply