SpeedUp & PureCosmos projects per Imprenditorialità e Sviluppo PMI

Giovedì 1° Dicembre Startup Saturday Europe ha preso parte all’incontro organizzato dal Comune di Firenze rivolto ai soggetti che operano in prima linea a livello Comunale e Regionale per la promozione dell’innovazione sul territorio. All’incontro hanno preso parte alcuni investitori privati, coworking, ANCI, FidiToscana, Confindustria Firenze, CNA Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Nanabianca, Scuola Sant’Anna di Pisa e Università di Firenze.

Il meeting ci ha coinvolto all’interno di due progetti Europei: Pure Cosmos e SpeedUp.

Pure Cosmos ha lo scopo di raccogliere le istanze di Piccole e Medie Imprese (PMI) e suggerimenti per favorirne lo sviluppo economico delle PMI sul territorio. Il nostro contributo per il progetto  ha sottolineato

  • la necessità di coinvolgere le imprese in un processo di rinnovamento sostanziale, sia agevolando l’accesso ad un efficace sistema di (in)formazione sulle possibilità che le nuove tecnologie mettono a disposizione, e sia favorendo la collaborazione tra startup innovative e PMI di lungo corso
  • favorire i processi di internazionalizzazione di PMI locali favorendo la promozione del tessuto produttivo anche agli occhi di fondi privati

SpeedUp è un progetto Europeo che vuole promuovere l’imprenditorialità e la nascita di nuove imprese, anche sostenendo le iniziative degli Incubatori. Nella discussione abbiamo

  • espresso la necessità di attrarre talenti e imprese sinergiche per il territorio dall’estero, favorendo la creazione di una zona franca per startup o agevolazioni per chi porta una startup sul nostro territorio e i dipendenti della stessa, promuovendo il territorio per la qualità della vità, non solo per il turismo;
  • sottolineato la necessità di capire bene di quali Incubatori si sta parlando, evidenziando la dispersione di risorse in Toscana tra i numerosi Incubatori nominalmente presenti su territorio;
  • ricordato il fenomeno della fuga di startup in erba ad alto potenziale, nate in Toscana ed espatriate negli Stati Uniti principalemte perché non riescono a trovare finanziamenti necessari per scalare fuori dal nostro Paese;
  • riportato l’esperienza del confronto avuto pochi giorni prima ad Orienta il Futuro e sottolineato come sia importante, per le caratteristiche proprie del tessuto industriale del territorio e dei sui distretti produttivi, non solo promuovere l’imprenditoialità nell’ICT e nella cosidetta Industria 4.0, ma anche promuovare l’Artigianato X.0, come è successo ad esempio nel settore della lavorazione dell’oro del distretto aretino.

Il bilancio di questo incontro istituzionale è stato molto positivo. L‘impegno e la passione delle persone che hanno organizzato l’evento si è percepito chiaramente a monte ed a valle dell’incontro, nei momenti più informali. Spero che ci sia presto modo di dare un nuovo contributo.